Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Officinegreen Festival si è svolto a Caldogno nei giorni 7,8,9 giugno: organizzato dall’Associazione Culturale Yourban è stato il primo appuntamento dedicato all’eco-sostenibilità nella zona dell’Alto Vicentino.
Sono stati tre giorni ricchi di eventi e allestimenti di diverso genere che hanno “invaso” Villa Caldogno, complesso palladiano che da tempo ospita eventi e mostre di arte contemporanea.

Il Festival ha visto al suo interno queste 6 aree

  • SPEAKgreen – gli ospiti sono stati Ermete Realacci, Paola Maugeri, Lisa Casali, Samuele Giacometti, Marcello Vezzaro Sindaco di Caldogno, Fabio Lazzari Consigliere Comunale di Caldogno, Lorenzo Altissimo Direttore del Centro Idrico di Novoledo, Giuseppe Tavella – Renewable Energy Consultant
  • GreenART – esposizione di opere legate al contest organizzato da Officinegreen: arte che diventa forma di dialogo e di sensibilizzazione sul tema dell’ambiente
  • GreenMUSIC – esibizioni musicali anch’esse selezionate da un contest apposito; prerequisiti richiesti: musica a impatto zero e strumenti creati con materiale di scarto
  • GreenMARKET – spazio per designer che utilizzano materiale riciclato per oggetti di uso comune o accessori
  • GreenLAB – workshop legati all’ambiente e all’autoproduzione
  • GreenSWAP Area – le barchesse della Villa hanno ospitato un libero mercatino dello scambio e del baratto per ridare un senso agli oggetti che non si utilizzano più

officinegreen

In particolare ho curato le aree Scambio- baratto e workshop.

La GreenSWAP Area è stata ospitata nelle bellissime barchesse della Villa e ha visto disporsi una decina di tavoli in cui si potevano scambiare oggetti comuni di tutti i tipi: vestiti, libri, giocattoli, accessori, quadri e tanto altro.
La partecipazione maggiore c’è stata la domenica mattina quando sono tornate le persone che il giorno precedente avevano trovato lo spunto giusto per gli oggetti da portare. Anche se il concetto dello scambio e del baratto è semplicissimo, il più delle volte le persone preferiscono vedere gli oggetti  presenti prima di scovare in cantina quello che non usano più e che possono condividere.
Nelle due giornate di sabato e domenica sono avvenuti circa una trentina di scambi: principalmente accessori per la casa, vestiti, quadri, giocattoli.

GreenLAB invece ha richiesto un impegno maggiore precedentemente alla manifestazione, ma ha anche creato dei nuovi contatti tra chi autoproduce e stimola nuove forme di rivalutazione di oggetti e materiali.
GreenLAB ha dato la possibilità a circa un centinaio di persone di imparare o perfezionare il riciclo e l’autoproduzione. Alle 86 persone pre-iscritte ai workshop se ne sono aggiunte una ventina durante il Festival.

I workshop che ho organizzato sono stati:

  1. “Gioie di carta” di Monia Lunardi  – Laboratorio per realizzare braccialetti con carta di giornale
  2. “Riciclando in bellezza ” di Ines Orlando www.lunainsoffitta.com – Laboratorio per realizzare accessori in modo creativo ed ecologico
  3. “Ricicliamo in musica” di Dante Calore www.perdintorni.it – Laboratorio per realizzare strumenti musicali con oggetti di riciclo
  4. “Come fare i saponi naturali” di Sara Scolaro clicca qui! – Laboratorio per realizzare panetti di sapone naturale
  5. “Battericidi e funghicidi naturali” di Ugo Gandin -Laboratorio per imparare a  difendere l’orto da piccoli insetti affamati grazie a  battericidi e funghicidi naturali
  6. “Prodotti per la casa e il corpo a impatto zero” di Elisa Ziggiotti www.terrabase.it -Laboratorio per imparare a produrre prodotti per la casa e il corpo naturali
  7. “Dalla terra al seme” di Gianni Dalla Costa, Ca’ Dell’Agata -Conosciamo la terra e l’humus e piantiamo assieme dei semi di ortaggi antichi

Un’esperienza intensa ma molto incoraggiante!

Il nostro territorio è veramente denso di opportunità di cambiamento 🙂

Link Officinegreen www.officinegreen.it

Annunci